Orario Continuato 8-20 | 7 giorni su 7 | Via Aurelia Sud 76, Pietrasanta (LU) +39 0584 79 02 31

Informiamo la clientela che Domenica 4 Aprile e Lunedi 5 Aprile saremo chiusi per le festività Pasquali.

Il saturimetro: cos’è e come si usa

saturimetro cos'è e a cosa serve

Il saturimetro è uno strumento che permette di rilevare in modo semplice la quantità di ossigeno che si ha nel sangue e la frequenza cardiaca.

La sonda è composta da due diodi da un lato e una fotocellula dall’altra parte, la luce emessa dai componenti elettronici è del campo del rosso e dell’infrarosso, attraversa la pelle ed i vasi sanguigni del paziente e viene ricevuta dalla fotocellula.

L’utilizzo del dispositivo è molto semplice: dopo l’accensione si inserisce il dito indice all’interno dello strumento, con il polpastrello verso il sensore e l’ unghia verso il LED, la misurazione è totalmente automatizzata e non richiede alcun tipo di ulteriore intervento.

È necessario che le mani siano pulite e non fredde, che le unghie non siano troppo lunghe e che non vi siano applicati smalti o gel in quanto renderebbero impossibile una lettura corretta da parte del LED luminoso.

In questo periodo di pandemia da Covid-19 questo dispositivo medico viene consigliato perché il virus può portare a diminuzione dei valori di ossigenazione anche in assenza di sintomi. Per questo motivo è comunque fortemente consigliato utilizzarlo sotto stretto controllo medico.

Quali sono i valori normali di saturazione?

La saturazione dovrebbe stare tra 95% e 100% ma è sempre importante ricordare che numerose patologie e numerosi fattori esterni influiscono sul valore risultante: ad esempio persone con patologie respiratorie come asma o BPCO, così come persone con problemi di circolazione periferica avranno un valore più basso rispetto ad un soggetto sano.